Agriturismo a Montalcino

Agriturismi in Toscana
Podere IL COCCO - Località Villa a Tolli
53024 Montalcino, Siena/Italia
t. (+39) 3246863559 - (+39) 339 18 98 840
ilcocco@ilcocco.it
Montalcino - Provincia di Siena in Toscana

STORIA

Agristurismo Il Cocco, vicino a Montalcino in Toscana: deve il suo nome al condottiero "Ser Cocco Salimbeni" che nel 1400 abitava nella Rocca di Castiglione d'Orcia e con le sue milizie controllava la Via Francigena. L'agriturismo era l'avamposto militare sul versante Sud della Valle dell'Orcia(ora parco naturalistico). L'abbandono della Civitella etusca (IV -VI sec ad) spostò il punto di osservazione del territorio di due Km. a sud sopra l'Abbazia di S. Antimo che collega la Toscana con Roma.

Dal 1700 il Cocco faceva parte della proprietà della famiglia Bindi che affidava la conduzione delle terre alla mezzadria (divisione dei prodotti a metà fra il signore proprietario e le famiglie contadine che lavoravano i poderi - ora diventati agriturismi).

L'agriturismo Il Cocco fu lasciato nel 1955 dallo Zio Gino  al Nonno Giovanni che, dopo l'abbandono dei contadini dalle campagne della Toscana, effettuò i rimboschimenti dei campi, sviluppò il turismo e mantenne le vigne per uso familiare. Oggi l'azienda è diretta dal nipote Giacomo Bindi, giovane imprenditore agricolo, che insieme ai fratelli Ettore, Domitilla e Stefano ha intensificato la produzione di vino ed olio e ampliato l'offerta turistica.

Nel podere vive il padre Mirco Bindi, medico oncologo (www.mircobindi.com), appasionato di agricoltura che insieme all'amico agronomo Ruggero Mazzilli (www.viticolturasostenibile.it) ha formulato piani di trattamenti biologici con basse dosi di rame e zolfo e ha ripristinato le concimazioni naturali secondo le antiche tradizioni contadine utilizzando lo spazio interfilare con colture di grano, orzo e fave al fine di fornire sostanze organiche ed impedire il dilavamento dei terreni.

ATTUALITA'

L’azienda Il Cocco è composta da due Poderi: Il Cocco nel comune di Montalcino (600mt slm) e La Villa (300mt slm) nel comune di S. Giovanni d’Asso. I due poderi sono a cavallo della Valle del fiume Orcia ed Asso. Le Case sono pienamente utilizzate ed ospitano gli appartamenti agrituristici, la casa padronale, le cantine e gli arsenali agricoli. Il terreno è coltivato a Vigna, Oliveto, Bosco, Cereali e Prati.

L’azienda aderisce ai programmi di Agricoltura biologica ( dal febbraio 2004 è certificata AIAB): è stato abolito il diserbo, i pesticidi e l'uso di insetticidi ed antimuffa.

Il Rame contro la Peronospora è utilizzato a bassi dosaggi come pure lo Zolfo contro l'Oidio. Ciò è possibile in quanto la elevata ventilazione e la temperatura fresca del podere Cocco limita gli attacchi dei Funghi. La concimazione azotata avviene per sovescio (interramento della pianta durante lo sviluppo primaverile) di fave e orzo. Il terreno si arricchisce di sostanze organiche e non subisce il dilavamento e l'erosione delle acque. (www.viticolturasostenibile.it dell'agronomo Mazzilli)

 

FUTURO

L'agricolutura biologica sarà potenziata con la ricerca di metodi sempre più naturali e rispettosi del microclima del Cocco per produrre Vino ed Olio genuino e di qualità.

L'agriturismo sarà sempre a misura d'Uomo. Una vacanza in campagna deve offrire quello che manca in città: ampi spazi, tranquillità, assenza di rumori e cordialità. Un turismo ecologico in cui l’energia solare è utilizzata per la produzione di acqua calda e la legna del focolare riscalda la casa e nel forno permette di cucinare nel forno perfette bistecche alla fiorentina.